Storia di un viaggio lungo 25 anni
- La passione civile nella bella realtà della vita associativa -

«               Cosa è il Centro Sportivo e Ricreativo               »

Il Centro è oggi, pur avendo ricevuto in concessione di recente (1990) l’area da parte del Comune, storico per il quartiere periferico dove è ubicato e dove ormai svolge una reale funzione di aggregazione sociale e ricreativa in genere a cui va aggiunto un centro sportivo polivalente.
La Camera di Commercio e Artigianato di Milano nel Progetto QUASAR voluto dal Ministero del Commercio cosi menziona il circolo:


“Fortemente improntato ad una cultura del volontariato. Fruisce di una gestione manageriale che garantisce il necessario collegamento alle istituzioni è inserito nelle politiche di sviluppo sociale.
La dirigenza ha una precisa attenzione ai contributi delle persone per cui si assicura un rilevante numero di soci attivi.
L’organizzazione ha una chiara cultura del servizio, dell’utenza (soci) con un forte equilibrio tra cultura di impresa e identità di progetto sociale.
Gode di una struttura invidiabile che gli consente di offrire numerose attività di qualità.
La programmazione dei servizi da erogare si basa su una pianificazione pluriennale a medio termine fatta attraverso attenta analisi dei bisogni dei soci, azione tesa a rafforzarne il legame, mette in atto abitualmente azioni di marketing, utilizzando tutti i canali a disposizione per rendere la sua azione più efficace sul territorio.
Il centro denominato Circolo Arci-Olmi assume pienamente un ruolo di soggetto attivo sul territorio”.

Il circolo per effetto della legge n. 383 del 07.12.2000 nonché la legge Regionale n. 28 del 16.06.1996 è iscritto nel:

  • Registro Nazionale delle Associazioni di promozione sociale al n. 30;
  • Registro Provinciale dell’Associazionismo al n. 252;
  • Registro delle Associazioni del Decentramento Comunale Zona 7.
Giovanni Bernardi
Consigliere del Circolo
“ARCI-OLMI”

«     INDICE     »